grupeer,  monethera,  scam

Monethera e Grupeer sono Scam?

Gli sviluppi delle ultime ore sembrano suggerire che il titolo sia solo una domanda retorica.

Se Monethera sembrava un caso già annunciato, Grupeer è un fulmine a ciel sereno… e succedono sempre di Venerdì queste cose…

ATTENZIONE, LEGGI QUESTO PRIMA: il mio consiglio che voglio darvi ad inizio articolo, così sono sicuro che lo leggete, per entrambe le piattaforme fate screenshot delle vostre varie Dashboard, scaricatevi tutti gli Statements, le cronologie e i file Excel dei vostri investimenti, se potete anche tutti gli Agreements e PDF, fatevi un backup di tutto, il rischio che le piattaforme vadano Off-Line nel giro di giorni o ore è altissimo!
Per scaricare molti PDF assieme (come nel caso di Grupeer, si possono scaricare gli Agreements in PDF) alcuni si sono aiutati con delle estensioni di Chrome, come “Simple Mass Downloader” (o altri, ce ne sono decine, anche per Firefox, come “DownloadThemAll” o “Batch Link Downloader“). Un trucchetto, dovete togliere la spunta su “scegli la cartella di destinazione del download” e dirgli di scaricare il PDF e NON aprirlo nel browser (vi semplificherà la vita, comunque ogni estensione spiega come si fa).

Monethera non stava onorando interessi e prelievi da qualche settimana, alcuni sembra da oltre 1 mese.
E le risposte agli investitori, via mail o sui vari canali a disposizione, altro non erano che copia e incolla precostruiti, con scuse per i ritardi e dando le colpe al virus.
Fatto sta che ieri, arriva questa mail:

Mail Exit Scam Monethera
Mail Exit Scam Monethera

Per essere seguito immediatamente dopo da questo messaggio su Facebook:

Facebook Exit Scam Monethera
Facebook Exit Scam Monethera

Del famoso Buyback neanche l’ombra, semplicemente “non lavoriamo più, non garantiamo niente, ci spiace”.

Per vostra informazione, gli investitori interessati ad una Class Action stanno cercando nuovamente di organizzarsi (come fatto per Envestio e Kuetzal).

Potete inserirvi nel gruppo Telegram aperto, tramite questo link su versioni web e desktop o aprendolo da cellulare: https://t.me/monethera_actiongroup
Oppure ricercando manualmente su Telegram il gruppo “Monethera Discussion Action Group” (attenzione, ci sono altri gruppi simili, non entrate in “MonetheraDiscussion”, è un gruppo di troll che non da alcun valore aggiunto…).
Entrati nel gruppo ActionGroup troverete la procedura per pre-aderire nel nel messaggio fissato in alto (o “pinnato“, come si usa dire… che storpiamento orrendo…).
Altrimenti, per i più pigri, potete segnare la vostra pre-intenzione direttamente da qua: https://forms.gle/MeiChtfZQ3zKMuuQ8

Questo form non vincola nessuno, ma serve per lo più a contare quanti investitori hanno intenzione di aderire e che quota potrebbe essere necessaria per incaricare lo studio legale.

Sento in molti dire “ho solo 100€, solo 1000€, non mi conviene“, senza però aver idea di cosa voglia dire.
In questi casi si parla di raccogliere una PERCENTUALE del reclamato da ogni aderente, senza quote fisse.
Questa quota potenzialmente potrebbe essere intorno ad un 2 o 2,5%, avendo già fatto esperienza negli altri 2 casi ed essendo Monethera un caso “più piccolo“.
Questo vuol dire che, se avete perso 100€, probabilmente vi basteranno 2 o 2,5€ per aderire… onestamente con la quota di un cappuccino rischiate di:

  • aiutare la causa,
  • rimanere aggiornati sulle indagini
  • contribuire a mettere dei truffatori in gabbia
  • e rischiate di recuperare almeno una parte del capitale perduto

A parte la preparazione della documentazione iniziale, il resto è cinema.

Il caso Grupeer

Ma passiamo invece alla grande delusioneGrupeer!

Grupeer da Gennaio stava cercando di tornare alla ribalta, anche con successo, partecipando a summit e eventi, anche qui in Italia (incluso il Microfinance di Roma o il P2PHeroes di Torino).
Aveva poi lanciato la sua campagna TransPEERancy nell’ottica di conquistare nuova fiducia dopo le Exit di Kuetzal e Envestio:

TransPEERancy Grupeer
TransPEERancy Grupeer

Alcuni dubbi aleggiavano su Grupeer dall’anno scorso, il fatto però che la Ceo Alja Kisik (o Alla Kisika, sorella del vero proprietario Andrejs Kisik) ci mettesse la faccia e si fosse messa a disposizione, sembrava rassicurare… Grupeer negli ultimi mesi è stata visitata e intervistata più e più volte da praticamente tutti i principali Blogger e YouTuber Europei:

E ce ne sono altre decine… io stesso ne avevo scritto una recensione l’11 Marzo 2019, oltre 1 anno fa, non mi nascondo.

Tutto questo prosegue, fino al loro Primo (questa è sottile) vero e madornale errore di valutazione, le interviste con Bernhard Hummel.

Bernhard Hummel è un investitore e YouTuber austriaco, piuttosto apprezzato, che ha un portafoglio importante a 6 cifre, nel Crowdlending.
I primi di Marzo Bernhard ha visitato Grupeer, intervistato la CEO Alla Kisika e visitato diversi loro progetti

Ebbene, suppongo che la CEO avesse sottovalutato le domande dello YouTuber Austriaco, che in realtà con molta umiltà e cavalleria riesce a porre, senza però trovare risposte esaurienti.
L’intervista risulterà poco professionale e lascerà con più dubbi che altro.

Lascia l’amaro in bocca, quella che poteva essere l’intervista chiave per boostare una piattaforma, solleverà più dubbi di quelli già esistenti.

EDIT: purtroppo Bernhard Hummel ha deciso di eliminare ogni video riguardante Grupeer, sia da Youtube che da Facebook.
Il link all’intervista incriminata era questo: https://www.youtube.com/watch?v=-oMMt-qLQFg
Ma troverete che il video adesso è privato e inaccessibile. Mi spiace.

C’è inoltre da dire che l’intervento di Grupeer si era reso necessario, perché il 4 Marzo aveva postato in sordina un articolo dove annunciava il cambiamento di funzionamento del Buyback, dapprima “onorato” dalla Società Veicolo Finsputnik (proprietà di Grupeer), passato come onere direttamente al Loan Originator.
Qua il link: https://www.grupeer.com/blog/deal-partner-presence-on-grupeer/
Che riporta questo (se dovessero cancellarlo):

Change of Buyback Grupeer
Cambio di Buyback di Grupeer

A pensar male si fa peccato, ma purtroppo ci si azzecca molto spesso… i più malpensanti (di cui purtroppo son stato parte e promotore, subendo diverse critiche) ritenevano che questa potesse essere una mossa preparatoria al fallimento di qualche Loan Originator… ipotesi mai confermata, né smentita… fino ad adesso…

Ma torniamo al viaggio di Hummel, che proseguirà nei giorni seguenti, dove visiterà assieme a Grupeer alcuni dei progetti da loro finanziati, riuscendo a dimostrare che i progetti visitati esistono realmente… questo riuscirà a calmare le acque temporaneamente… per lo meno fino al 17 Marzo, data in cui Grupeer dice di iniziare a lavorare in SmartWorking e i prelievi iniziano a diventare più lunghi, a detta loro sempre per colpa del virus (una scusa perfetta, che scenario idilliaco per una Exit-Scam).
Ricordiamo che Grupeer non ha mai offerto Early Exit, né Mercati Secondari (da sempre promessi).

Come successo anche in passato, alcuni prelievi vengono onorati, a singhiozzo e per dei fortunati random… a ieri sembrano siano arrivate notizie di prelievi onorati per richieste fatte tra il 17 e il 19 Marzo, ma sembra risultino anche prelievi non ancora onorati tra il 18 e il 19… queste le date ad oggi confermate.
Questi ritardi hanno scaldato gli animi su Social e gruppi, fino a giovedì notte, 26 Marzo, data in cui l’anonimo “WhistleblowerRoasted PeerDuck entra nel principale gruppo Telegram: https://t.me/grupeerdiscussion1 … il gruppo farà il salto da poche decine di utenti a diverse centinaia nel giro di qualche ora.

Vi invito a seguire Roasted PeerDuck, ha uno stile discutibile, ma è uno dei primi ad avvisare.

Nei gruppi si parla e ci si scambia link, parteciperà anche Krystaps Mors (che sarà il primo a scriverne a riguardo poche ore dopo, qua il link) e si arriverà a diverse conclusioni, tra cui le principali sono:

  • 3 Loan Originators russi, Epic Cash, Lion Lender e Monetria, risultano registrati, ma non sono conformi ad avere licenza per gestire il microcredito, sembrano fake.
  • almeno uno dei progetti, Promenade, sembra non sia mai stato concluso, né venduto, altro fake.

Le teorie “complottiste” prendono il sopravvento e questa notte, tra il 27 e il 28 Marzo (ho dormito assai poco…), diversi dipendenti (o ex-dipendenti) di Grupeer, incluso Vladislavs Filimonovs, COO di Grupeer, interverranno, nel tentativo improbabile di salvare faccia, reputazione e prendere le distanze da un eventuale causa legale e criminale.

Gli interventi di Vlads non saranno però del tutto trasparenti e nel giro di qualche ora verrà smentito da alcuni screenshot di email, che lo dimostreranno consapevole sui Loan Originators in causa. Incollo per i posteri.

Mail Vladislav
Mail smentita Vladislav

All’interno del gruppo entreranno anche Helmut Gerhard (Head of Account Management), Olga Bondareva (avvocato in Grupeer), ma sembra che siano presenti anche Alla Kisika (CEO) e Diana Steimane (Head of HR)… alcuni parteciperanno, altri ascolteranno… arriveranno inoltre conferme che Grupeer ha licenziato almeno parte del Team la settimana scorsa… arriverà anche una notizia non ancora confermata, che siano stati licenziati tutti i rimanenti questa settimana.
Penso comunque che tutti i diretti coinvolti in Grupeer, direttamente o indirettamente, siano dentro al gruppo a monitorare la situazione… vi invito nuovamente a partecipare alla discussione (il gruppo è questo https://t.me/grupeerdiscussion1)… ma un consiglio, cautela nelle parole, non si sa mai 🙂

Per finire, un’ulteriore indiscrezione (sembra confermata, ma non ne ho la fonte…prendetela con le pinze), il fratello di Alla, Andrej Kisik (possibile che l’abbia buttata sotto il treno in questo modo?), sembra sia già scappato in Bielorussia questo lunedì…

Per concludere, ricordiamo che in questo marasma Grupeer è un marketplace dove ci sono Loan Originators REALI e CONFERMATI e dove alcuni progetti esistono REALMENTE.
Del marcio dentro sembra che ci sia, mescolato ad opera d’arte con attività legittime e verificabili… Se Grupeer farà il botto, sarà un botto clamoroso, probabilmente più grande di Envestio, ma ci sono probabilità che tracce, assets, crediti e proprietà da reclamare ce ne siano.

Non sono ancora chiare le tempistiche per l’eventuale azione legale verso Grupeer, se siete interessati, vi invito nel canale Telegram “Grupeer Discussion”, oppure scrivetemi, cercherò di tenervi aggiornati.

Sharing is Caring.
Emanuele

Ciao, sono Emanuele e da qualche anno mi sto appassionando al P2P Lending e al Crowdinvesting. Sono un fan della FIRE community e pensiero. Seguitemi, Emanuele

Lascia un commento