• autoinvest,  Blog,  grupeer,  Piattaforme

    Campagna Cashback Grupeer

    Ciao investitori,

    già tutti sapete quali siano le mie piattaforme preferite e non vi ho mai nascosto la mia soddisfazione per Grupeer.

    E già tutti sapete che Grupeer non ha mai dato un Bonus ai nuovi utenti, ne sotto forma di Welcome Bonus, ne sotto forma di Cashback.

    Beh, l’autunno è un periodo particolarmente piacevole per le campagne promozionali delle piattaforme (vedi le campagne di Swaper ed Estateguru, ad esempio)… e Grupeer sembra non essere da meno, offrendo per la prima volta un Cashback dell’1% ai nuovi investitori.

    Se poi cerco le motivazioni di questo Natale anticipato, riesco anche a capirne il razionale. Provate a seguirmi:

    • la principale piattaforma Europea, presa da tutte come benchmark sul P2P Lending è Mintos (con buonapace dei Bondoriani!);
    • ma proprio il successo di Mintos degli ultimi mesi (soprattutto dopo il lancio dello strumento Invest&Access) ha portato ad un incremento del numero di investitori, tale da svuotare il mercato primario, almeno nei prestiti migliori (anch’io ne ho approfittato speculandoci un pochino, vendendo con bonus/sovraprezzo alcuni loans sul mercato secondario);
    • e questo ha causato un cashdrag importante (ossia avere liquidità che non trova investimenti e rimane NON investita) e un abbassamento dei tassi di interesse medi;
    • fino a qualche mese fa si potevano trovare tassi di interesse tra il 13 e il 15% anche sui Loan Originator con Buyback con Rating A e B… adesso questi rendimenti sono pura utopia e solo di recente stanno tornando alcuni prestiti sopra al 10%, grazie solo a nuovi Loan Originator.

    Partendo da questo presupposto, adesso c’è un certo numero di investitori Mintos che si trovano con liquidità NON investita (talvolta decine o centinaia di migliaia di €!), che aspetta solamente la miglior alternativa per essere spostata e rimessa a profitto.
    Di conseguenza ecco i vari concorrenti all’arrembaggio con le loro campagne autunnali, nel tentativo di acquisire nuova liquidità.

    E a noi schifo schifo non fanno, anzi!

    Per farvela breve, Grupeer ha lanciato questa campagna a tempo, con scadenza il 17 Novembre (esattamente 1 mese):

    • tutti i nuovi investitori avranno diritto ad un Cashback dell’1%, a fronte di un investimento minimo di 100€, che verrà accreditato sull’account dell’investitore entro il giorno 22 Novembre.

    Questo Cashback mi piace molto, ma ci sarebbe di più.
    Grupeer ha indetto anche una lotteria con in premio 100€ alla quale parteciperanno tutti coloro che avranno investito 1.000€ entro il 31 di Ottobre, sia i nuovi che i vecchi investitori (io ho aggiunto 1.000€ questo mese, ma è una fatalità, avevo già intenzione di aumentare la mia quota…).
    Non vi suggerisco di farci conto, a me onestamente non fanno impazzire queste cose… ma se già state pensando di buttarci un gettone, sappiate che 1.000€ si riescono ad investire velocemente.

    Sto dando un occhiata ai prestiti disponibili e ai vari interessi.
    Attualmente tra il 12 e il 13% annuo ci sono un’ottantina di progetti disponibili, senza contare che qualche progetto nuovo esce tutti i giorni.
    Vi allego uno screenshot di uno dei miei Autoinvest:

    Autoinvest Grupeer
    Autoinvest Grupeer

    Con 77 prestiti disponibili, potreste investire 2.300€ in una botta sola, con 30€ per Loan.
    Oppure 3.850€ se aumentaste a 50€ per Loan.

    Se già stavate pensando di aggiungere uno strumento e Grupeer non è ancora nel vostro Portafoglio, questo momento potrebbe essere particolarmente favorevole.
    Per accedere a questo Cashback autunnale, potete iscrivervi da uno qualunque dei miei link, ma per comodità potete iscrivervi anche da questo link.

    Per completare tutte le informazioni e per chi ancora non conoscesse Grupeer, ne ho fatto una recensione completa e la potete trovare a questo link.

    Grupeer è nel mio Portafoglio da Febbraio, se volete potete vederne i miei andamenti mensili, li trovate qua.

    Se infine conoscete qualcuno a cui può interessare questo mio progetto e vuole saperne di più sul Crowdlending, condividete.
    E scrivetemi, nei commenti o sui Social.

    Sharing is caring.

    Emanuele

  • Blog,  Piattaforme,  Recensioni

    Viainvest – La pagella

    Questa mia recensione è frutto solo ed esclusivamente della mia esperienza personale.

    Strumento Voto Finale
    Viainvest, iscriviti!
    Voto
    Buona!
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice pieno Pollice vuoto

    Viainvest è una piattaforma lettone di P2P Lending (quindi prestiti Peer To Peer, tra persone), parte del gruppo Via SMS Group, che offre soprattutto prestiti a breve termine in 7 paesi: Lettonia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Spagna e Svezia (attenzione alla doppia imposizione fiscale su Repubblica Ceca e Spagna, vi consiglio di leggere più avanti sulle Impostazioni dell’Autoinvest).
    La piattaforma è molto semplice, non offre molti fronzoli e i prestiti mediamente oscillano tutti intorno all’11% di interesse all’investitore e sono normalmente coperti dalla garanzia di Buyback (per me indispensabile nelle piattaforme di P2P Lending).
    In molti sostengono che la piattaforma sia estremamente solida, per lo meno grazie al gruppo VIA SMS che hanno alle spalle, che non è un gruppo enorme nonostante le molte aziende controllate, ma comunque un gruppo sano e profittevole.

    Tipologia Investimento Minimo Sede
    Tipologia
    P2P Lending
    Investimento Minimo
    10 €
    Location
    Sede a Riga, Lettonia
    n° Investitori Prestiti erogati finora Ritorno Storico
    n° investitori
    12.638 (ott.19)
    Prestiti erogati finora
    200.026.000 € (sett.19)
    Ritorno Storico
    11% (ott.19)

    La piattaforma Viainvest è molto semplice, presenta un’interfaccia pulita, con la classica Dashboard, mercato primario, statistiche, etc.
    I prestiti su cui investire (i loans) vengono caricati giornalmente e spesso vengono spazzolati via nell’arco della giornata dai vari Autoinvest settati.
    Anche l’Autoinvest è molto semplice, il Buyback (solitamente sempre presente) è selezionabile.
    Mediamente sono tutti prestiti a breve periodo (parliamo entro i 30/40 giorni, salvo qualche installment, che si può filtrare) con tasso di interesse medio dell’11%.

    La liquidità, intesa come numero di progetti disponibili, è normalmente buona, non ho mai avuto periodi di cashdrag e viaggio in media sugli 80/90 progetti in portafoglio, tutti a breve termine tra i 10 e i 20€ ciascuno, quindi con un buon turnover dei progetti, spesso giornaliero.
    Può comunque capitare di trovare il mercato primario vuoto in determinate ore, per lo meno fino al carico successivo, che solitamente è preciso e puntuale nell’arco di qualche ora o il giorno dopo.

    Navigabilità sito Reportistica
    Navigabilità
    Facile
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice pieno Pollice vuoto
    Reportistica
    Semplice e accessibile
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice pieno Pollice vuoto
    Interessi % Liquidità / n° Progetti
    Interessi %
    Onesti, 11% medio
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice metà Pollice vuoto
    Liquidità
    Buona, poco cashdrag
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice 3quarti Pollice vuoto

    Viainvest è un’altra delle pochissime piattaforme ad avere una App per smartphone, come Swaper recensita di recente.
    Come già detto, il Buyback è normalmente presente su tutti i prestiti, ma siccome non viene specificato, l’opzione di Buyback è selezionabile dagli Autoinvest (cosa che vi raccomando).
    La formula del Buyback è la più classica, il Loan Originator riacquista il prestito se questo sarà in ritardo oltre i 30 giorni, accreditando sia la quota capitale che gli interessi maturati.

    Purtroppo non c’è Mercato Secondario, il che non ci permette di disinvestire rapidamente, anche se essendo tutti investimenti a brevissimo termine, la maggior parte dei nostri soldi si svincolerà automaticamente nel giro di qualche giorno o settimana.
    L’Autoinvest c’è, molto semplice da settare, io l’ho impostato con tasso minimo 11%, entro i 60 giorni di scadenza del loan e investimento massimo 20€. Con questi settaggi non ho mai avuto cashdrag da quando ho investito in Viainvest (screenshot più sotto).

    App Mobile BuyBack
    App Mobile
    Presente!
    Disponibile
    BuyBack
    In 30 giorni, inclusi interessi
    Disponibile
    Mercato Secondario / Exit Options Auto-Invest
    Mercato Secondario / Exit Options
    Assente
    Non disponibile
    Auto-Invest
    Disponibile
    Disponibile

    Di seguito i consueti screenshot della piattaforma, partendo dalle schermate del mio account.
    Partiamo dalla classica Dashboard, il cruscotto di Overview principale del nostro conto:

    Dashboard Viainvest
    Dashboard Viainvest

    Andiamo a vedere il Mercato Primario, dove possiamo scorrere tutti i vari Loan disponibili:

    Mercato primario Viainvest
    Mercato primario Viainvest

    Per passare alla reportistica basta cliccare su Statement (sul menù) e si aprirà la schermata seguente, dove potremo filtrare tutti i movimenti dell’account, per giorno, per mese, oppure scaricarli in formato Excel.
    A sinistra vedrete un report dedicato al mese in corso e una tabella dove potrete scaricare i report chiamati “Tax Report” con il riepilogo annuo.

    Statement Viainvest
    Statement Viainvest

    Chiudiamo gli screenshot con le mie impostazioni attuali dell’AutoInvest.
    Come vi dicevo le impostazioni sono piuttosto semplici, ma comunque efficaci.
    Se non volete avere Cashdrag il mio consiglio è di NON impostare un interesse minimo superiore all’11%, attualmente la maggioranza dei loans vengono indicizzati all’11%.
    Per quello che riguarda le scadenze, se state entro 30 o 60 giorni c’è abbondanza di prestiti e, se lo ritenete, potete focalizzarvi esclusivamente sul breve termine, a maggior ragione essendo assente il mercato secondario (aprendo il menù dei Loan Originator ho coperto il Flag sul Buyback Guarantee, che vi consiglio di avere sempre).

    Autoinvest Viainvest
    Autoinvest Viainvest

    ATTENZIONE, che Viainvest applica una Ritenuta Fiscale all’origine, sugli Investimenti in Repubblica Ceca e Spagna.
    Per evitare la doppia tassazione bisogna:

    1. fornire alla piattaforma un Attestato di Residenza Fiscale per entrambi i paesi, uno per paese, oppure
    2. togliere dai Loan Originator i 2 relativi alla Repubblica Ceca e alla Spagna (come in screenshot)

    Con la seconda opzione vi eviterete gli Attestati di Residenza Fiscale e gli interessi vi saranno accreditati lordi e da dichiarare.

    Riepilogo Autoinvest Viainvest
    Riepilogo Autoinvest Viainvest

    Riepilogando Viainvest è una piattaforma semplice, figlia di un gruppo solido e profittevole.
    Offre prestiti a breve periodo con Buyback ed un interesse medio dell’11%.
    Il Buyback copre il capitale e anche la quota interessi maturata.
    Non ha mercato secondario, anche se non è strettamente necessario, avendo la maggior parte dei loan a breve termine bastano pochi giorni per svincolare buona parte degli investimenti.
    La piattaforma ha un efficace Autoinvest e offre una semplice APP per smartphone.

    Non posso dire che Viainvest sia la mia piattaforma preferita, ma la ritengo comunque una buona candidata per diversificare il portafoglio con prestiti a breve periodo, svincolabili velocemente.

    Se anche tu vuoi provare Viainvest, posso offrirti 10€ come bonus, se ti registri da qua e investi almeno 50€.
    Non viene riconosciuto se ti iscrivi direttamente dal loro portale.

    Che ne pensi degli investimenti a breve periodo?
    Scrivilo nei commenti o sui social.
    E se conosci qualcuno a cui può interessare, condividi.

    Sharing is Caring.
    Emanuele

  • Blog,  I miei investimenti,  Piattaforme,  Portafoglio

    I miei investimenti – Settembre 2019

    Ciao a tutti,

    sono lieto di mostrarvi gli entusiasmanti risultati di Settembre!
    Questo mese una serie di piattaforme hanno performato bene, partendo da Moneyfarm che, dopo un Agosto triste, ha rimbalzato con forza verso l’alto, trascinandosi anche gli altri strumenti, tutti positivi.

    Basta chiacchiere, subito ai fatti. Per iniziare questo mese non ho praticamente depositato niente, complice l’ultimo aumento di 10K e una serie di spese tra Agosto e Settembre per le vacanze… devo sicuramente rivedere il mio Saving Rate, se voglio raggiungere i miei obiettivi in tempi onesti (leggi il post sul FIRE Financial Independence Retire Early).

    Come già preannunciato il mese scorso, ho svuotato lo svuotabile da Bondora e Twino, lasciando su Bondora circa 5€ di prestiti in default che si stanno lentamente svalutando mese dopo mese (questo mese ho perso ben 0,09€), mentre su Twino ho circa 32€ in Payment Guarantee andati in default e che quindi non me ne posso sbarazzare prima di un anno e mezzo circa. Detto questo ho comunque prelevato più di quanto ci avessi messo sopra, quindi entrambi gli strumenti sono in positivo.

    Dovevo farci un post dedicato, ma ne approfitto per darvi un’informazione su Bondora. Se anche voi avete un Portafoglio Pro e state valutando di passarlo a Go&Grow, il mio suggerimento è di NON utilizzare quel pulsantino per il trasferimento automatico su Go&Grow, paga molto meno del meritato… Se mettete in vendita voi MANUALMENTE i vostri prestiti, quelli in “current” vengono venduti letteralmente nel giro di qualche minuto… oppure potreste venderli con sovraprezzo e probabilmente riuscireste a venderne alcuni facendoci sopra la cresta… infine potete anche provare a svendere con sconto i prestiti in “delayed“, alcune volte vengono acquistati anche quelli.
    Quando ho trasferito io dal Pro al Go&Grow il trasferimento automatico mi avrebbe ridato solamente la quota capitale, mentre giocando sul mercato secondario ho recuperato quasi tutti gli interessi maturati, nel giro di qualche giorno.

    Ma passiamo al sodo.

    Composizione del mio portafoglio.

    Tipologia Investimenti Settembre 2019

    In numeri vuol dire:

    Strumenti Guadagno
    Mensile
    Interesse
    Mensile
    Interesse
    Annuo
    Equivalente
    Investito  Valore
    TOT 665,62 € 2,139 % 26,028 % 30.224,90 € 31.779,90 €
    ETF 491,43 € 3,228 % 39,28 % 15.000 € 15.713,58 €
    P2P Lending 123,18 € 1,174 % 14,29 % 10.044,90 € 10.614,46 €
    CrowdInvesting (CI) 41,45 € 1,309 % 15,93 % 3.000 € 3.208,09 €
    CrowdInvesting (RE) 9,56 € 0,428 % 5,21 % 2.180 € 2.243,77 €

    Non avendo aggiunto fondi o cambiato posizioni, non è cambiato poi molto dal mese scorso:

    Non mi piace questo sbilanciamento così pronunciato sugli ETF, essendo molto più volatili degli altri strumenti.
    Inevitabilmente questo sbilanciamento mi porterà a qualche mese negativo, perché la botta negativa degli ETF potrebbe essere maggiore del solito 1% medio mensile degli altri strumenti.
    Detto questo, nei prossimi mesi lavorerò per ribilanciare il mio portafoglio. Idealmente vorrei avere anche un 60 o 70% negli altri strumenti. Per fare questo ho intenzione di aumentare le mie attuali posizioni e forse aprire un paio di piattaforme aggiuntive.

    Come sempre, le piattaforme CI, ossia Crowdestor, Envestio e Kuetzal, sono quelle che stanno performando meglio di tutto il portafoglio.
    Crowdestor attualmente è forse la mia piattaforma preferita, ma anche Envestio si è ripresa MOLTO bene questo mese, con 7 bei nuovi progetti. Kuetzal attualmente è la più lenta nell’uscita di nuovi interessanti progetti, non tutti coperti da Buyback… sto puntando proprio adesso l’uscita del nuovo progetto Shredder Machine di VM Cargo Service, progetto a 24 mesi con Buyback al 20% di interesse annuo. Il progetto è in Coming soon… stay tuned!

    Passando per le piattaforme P2P invece questo mese abbiamo dei Top Performer d’eccezione! Robocash che si classifica primo di tutto il mondo Crowdlending (P2P+CI+RE) e poi Bondster, classificato terzo P2P sotto un Mintos che però ha barato giocando coi bonus sul Mercato secondario… più sotto i dettagli, ho fatto degli esperimenti…

    Terminando con le piattaforme RE, Estateguru offre una prestazione eccezionale con un 1,10% mensile, sopra a Grupeer, Swaper e Fastinvest che rosikano, mentre Bulkestate finalmente ci regala il primo timido rendimento.
    Scherzi a parte, Estateguru questo mese ha performato veramente bene, probabilmente perché ha recuperato alcuni ritardi che aveva accumulato ad Agosto (buon segno).

    Riepiloghiamo tutti gli strumenti monitorati, come sempre ordinati per interesse mensile decrescente

    Strumenti Guadagno
    Mensile
    Interesse
    Mensile
    Interesse
    Annuo
    Equivalente
    Investito  Valore
    TOT 665,62 € 2,139 % 1,393 % 30.194,70 € 31.084,08 €
    Moneyfarm (ETF) 491,43 € 3,228 % 39,28 % 15.000 € 15.713,58 €
    RoboCash (P2P) 22,01 € 2,210 % 25,79 % 1.000 € 1.060,36 €
    Envestio (CI) 15,01 € 1,408 % 17,13 % 1.000 € 1.081,20 €
    Twino (P2P) 0,43 € 1,377 % 16,52 % 0 € 32,52 €
    Crowdestor (CI) 13,63 € 1,284 % 15,62 % 1.000 € 1.075,46 €
    Mintos (P2P) 26,52 € 1,274 % 15,50 % 2.040 € 2.138,31 €
    Kuetzal (CI) 12,81 € 1,233 % 15,01 % 1.000 € 1.051,43 €
    Bondster (P2P) 12,47 € 1,222 % 14,87 % 1.000 € 1.032,79 €
    EstateGuru (RE) 5,67 € 1,099 % 13,38 % 500 € 521,37 €
    Grupeer (P2P) 11,40 € 1,076 % 13,09 % 1.004,90 € 1.071,07 €
    Swaper (P2P) 10,94 € 1,044 % 12,70 % 1.000 € 1.058,65 €
    FastInvest (P2P) 10,77 € 1,023 % 12,45 % 1.000 € 1.063,19 €
    Viainvest (P2P) 10,29 € 0,987 % 12,01 % 1.000 € 1.052,93 €
    Viventor (P2P) 9,66 € 0,931 % 11,32 % 1.000 € 1.047,53 €
    Peerberry (P2P) 8,78 € 0,841 % 10,23 % 1.000 € 1.052,63 €
    Crowdestate (RE) 1,70 € 0,277 % 3,37 % 605 € 616,36 €
    Housers (RE) 1,29 € 0,214 % 2,60 % 575 € 605,14 €
    Bulkestate (RE) 0,90 € 0,180 % 2,19 % 500 € 500,90 €
    Bondora Pro (P2P) – 0,09 € -1,969 % -23,96 % 0 € 4,48 €

    Senza essere ripetitivi, il comparto CI è sempre quello che offre rendimenti maggiori.
    Sono molto contento che Envestio stia tornando a splendere, per i più scettici questo mese ho avuto la chiusura completa di 2 vecchi progetti, con il rimborso completo della quota capitale, subito reinvestita in nuovi progetti. Prima o poi capiterà un progetto problematico… ma finora non ce ne sono stati.

    Come dicevo, Robocash e Estateguru hanno ottenuto invece una performance estremamente positiva.
    Robocash ha addirittura reso il 2,12% mensile (sarebbe un equivalente annuo superiore al 25%!), mentre Estateguru l’1,10% (equivalente annuo del 13,38%, molto poco comune sulle piattaforme RE). Entrambe le piattaforme hanno avuto un Agosto deludente, con un Settembre scoppiettante probabilmente per il recupero dei ritardi o per dei Buyback entrati.

    Ma prima vi citavo Mintos. Mintos è sicuramente una delle mie piattaforme preferite che, purtroppo, ha subito un forte rallentamento tra Agosto e Settembre. Mintos afferma che sia “colpa” dell’elevatissimo numero di nuovi investitori che hanno di fatto spazzato via le disponibilità di prestiti sul marketplace, naturalmente partendo dai loan più redditizi. Non faccio fatica a crederci, sopratutto con l’enorme successo (immeritato) che ha avuto l’Invest&Access.

    Anche l’Invest&Access di Mintos avrebbe necessità di un post dedicato, ma sappiate solo che NON è come il Go&Grow di Bondora.
    Il Go&Grow NON si sa cosa fanno i tuoi soldi e rendono giornalmente il 6,75% lordo con possibilità di incasso immediato.
    L’Invest&Access è un buon Autoinvest automatico di Mintos (tanto che puoi vedere i Loan presi sui tuoi investimenti, sai quello che fa) che ti permette di svincolare IL GROSSO in brevissimo tempo, automatizzando le vendite (dei soli current) sul mercato secondario. Non puoi svincolare i delayed, devi aspettare che vadano in Buyback. Mediamente rende di più del Go&Grow, tra un 11 e un 12%.
    Io ho provato Invest&Access, poi ho deciso di abbandonarlo gradualmente per dedicarmi ai MIEI Autoinvest, che SO cosa prendono da chi e perché.

    Detto questo Mintos è stata una piattaforma molto divertente questo mese. Mi sono divertito molto a testare il Mercato secondario, da una parte per far fronte al cashdrag, ossia ai soldi disponibili che NON venivano investiti per mancanza di prestiti, da una parte per imparare e provare a guadagnarci maggiormente coi bonus. Avevo una serie di prestiti sopra il 13,5% di rendimento e mi sono sbizzarrito a comprare e a vendere con sovraprezzo. Non so ancora se è stata una scelta saggia… ma di fatto tutto questo movimento mi ha portato ad un risultato eccezionale dell’ 1,274% mensile, pari ad un equivalente annuo del 15,50%… probabilmente però ne risentiranno i rendimenti futuri, in quanto i rendimenti elevati oramai scarseggiano.

    Tra l’altro riguardo a Mintos avevo pubblicato il post su come ottimizzare la tua strategia di Autoinvest con i Loan Originators che riconoscono anche gli interessi sui prestiti in ritardo!
    Puoi anche scaricare la lista completa in formato Excel. Ho aggiornato la lista l’ 01/10/2019, aggiungendo i nuovi Loan Originators, Cream Finance Spagna, l’ucraino E-Cash e il bulgaro Stik Credit. Aumentano gli investitori? E Mintos aggiunge Loan Originators

    Passiamo alla torta del portafoglio, ma togliamo Moneyfarm che la sballa:

    Composizione degli strumenti P2P Lending e Crowdinvesting

    I miei investimenti Settembre 2019

    La mia lista degli strumenti preferiti non è molto cambiata; se prendiamo il P2P Lending la mia TOP FIVE è:

    Mintos, Grupeer, Swaper, Fastinvest e Peerberry.

    Come sapete Fastinvest avrebbe promesso qualche info in più sulla trasparenza dei propri Loan Originators… ma sarebbe falso se vi dicessi che la piattaforma non mi piace… mi piace, in italiano, fatta bene, puntuale, comunica in modo eccellente…

    Passando al CI Crowdestor e Envestio regnano. Anche se qui prevedo qualche aggiornamento nel giro di qualche mese 🙂

    Ed infine sul RE Estateguru è la più promettente, progetti quasi giornalieri, che vengono finanziati alla velocità della luce, con pagamento degli interessi per lo più mensile.
    Proprio Estateguru offre la possibilità di avere un cashback maggiorato entro il mese di Ottobre.
    Normalmente i miei inviti offrono lo 0,5% di cashback per i primi 90 giorni, ma per tutti i registrati entro Ottobre il primo mese ha un cashback dell’1% al posto dello 0,5%.

    Questo non vuol dire che non mi piacciono le altre piattaforme, le ho selezionate scrupolosamente… offrono magari una User Experience più povera con un rendimento leggermente inferiore… ma ad oggi sono tutte soddisfacenti.

    Il prossimo mese vorrei aumentare alcune mie posizioni nei comparti P2P e CI, forse con un paio di strumenti nuovi.
    Non ho intenzione di aumentare il comparto RE, se non in un secondo momento forse su Estateguru.

    Dimenticavo, proprio oggi Swaper ha deciso di prolungare la campagna bonus, continuando ad offrire un extra 2% di interesse aggiuntivo per 90 giorni per tutti i nuovi registrati entro il 2 di Novembre.

    Per chiudere, vi ricordo che potete dare un’occhiata alla pagina di riepilogo annua dove trovate l’intero andamento, mese per mese.
    Oppure, se volete vedere qualche strumento in particolare, potete navigare tra gli andamenti di ogni piattaforma.

    Se avete consigli su quali nuovi strumenti aprire, scrivetemi nei commenti o sui Social.
    Come sempre: Sharing is caring!

    Emanuele

  • Blog,  Piattaforme,  Recensioni

    Swaper – La pagella

    Questa mia recensione è frutto solo ed esclusivamente della mia esperienza personale.

    Strumento Voto Finale
    Swaper, iscriviti!
    Voto
    Molto buono!
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice pieno Pollice metà

    Swaper è una piattaforma lettone di P2P Lending (quindi prestiti Peer To Peer, tra persone), figlia del gruppo Wandoo Finance Group, che offre prestiti a breve termine in Polonia, Spagna e Danimarca.
    Come molte delle piattaforme che troverete sul sito, offre prestiti a privati, tutti coperti dalla garanzia di Buyback (l’unica in cui io investo su queste piattaforme).
    Swaper è stata anche classificata come la Miglior Piattaforma P2P Lending Europea del 2019 dalla rivista inglese Wealth&Finance, pubblicazione internazionale letta da centinaia di migliaia di investitori professionali e amatoriali. Potete trovare l’articolo completo qua.

    Tipologia Investimento Minimo Sede
    Tipologia
    P2P Lending
    Investimento Minimo
    10 €
    Location
    Sede a Marupe, Lettonia
    n° Investitori Prestiti erogati finora Ritorno Storico
    n° investitori
    2.532 (sett.19)
    Prestiti erogati finora
    79.839.596 € (sett.19)
    Ritorno Storico
    12/14% (sett.19)

    La piattaforma è molto semplice, sito web velocissimo ma non offre molte funzioni avanzate (non che servano per forza).
    Non è comodo l’investimento manuale, nascosto in un link sotto la dashboard, mentre l’Autoinvest fa il suo dovere.
    Gli interessi sono tutti indicativamente sul 12% annuo, ma Swaper offre un’ottimo Loyalty Bonus, offrendo un ulteriore 2% aggiuntivo a chiunque abbia un account con almeno 5.000€ investiti (voi non avete idea di quanto mi solletichi questa cosa… prima o poi lo farò).
    Così facendo si può ottenere facilmente un 14% di interesse medio sul proprio portafoglio… direi ottimo per una piattaforma di P2P Lending con Buyback.

    Reportistica completa e semplice da fruire, si può andare sugli “Account Statement“, filtrare i propri investimenti e scaricare direttamente le liste excel richieste… oppure si può andare sugli “Income Statement” e scaricare le dichiarazioni per anno o per periodo.
    Riguardo la liquidità, il numero di Loans a disposizione, questo dipende da periodo a periodo… non nego che ci sono stati alcuni periodi di Cashdrag, anche se questi si sono risolti molto spesso nel giro di qualche giorno o settimana.
    Io ritengo che questi casi di Cashdrag in realtà siano dovuti alla crescita imponente del settore, dove probabilmente il numero dei nuovi investitori potrebbe arrivare a superare la disponibilità di Loans, o almeno dei Loans con i rendimenti maggiori.
    Questo sta causando un lento ma inesorabile abbassamento dei rendimenti generale (vedi Mintos in questi giorni!).

    Navigabilità sito Reportistica
    Navigabilità
    Semplice e veloce
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice pieno Pollice vuoto
    Reportistica
    Completa e fruibile
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice pieno Pollice metà
    Interessi % Liquidità / n° Progetti
    Interessi %
    Ottimi, soprattutto con il Loyalty B.
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice pieno Pollice metà
    Liquidità
    Mediocre
    Pollice pieno Pollice pieno
    Pollice metà Pollice vuoto

    Swaper è una delle poche piattaforme ad avere una App per smartphone, disponibile sia per iOS che Android.
    Riguardo le funzioni principali queste ci sono tutte, c’è un ottimo Buyback che ricompra i Loans in ritardo dopo 30 giorni, compensando sia la quota capitale che gli interessi maturati.
    Non c’è un vero e proprio Mercato Secondario come siamo abituati a vederlo, ma Swaper comunque offre una Exit Strategy dove l’investitore può mettere in vendita i propri loan. Non è permesso vendere i propri loan con sovrapprezzo, strategia che alcuni applicano per intascare rendimenti ancora maggiori su altre piattaforme (ad es. Mintos, Bondora, ..).
    Autoinvest presente, efficace e molto semplice da settare (sotto c’è anche uno screenshot del mio).

    App Mobile BuyBack
    App Mobile
    Finalmente
    Disponibile
    BuyBack
    In 30 giorni, inclusi interessi
    Disponibile
    Mercato Secondario / Exit Options Auto-Invest
    Mercato Secondario / Exit Options
    Presente
    Disponibile
    Auto-Invest
    Disponibile
    Disponibile

    Passiamo adesso agli screenshot della piattaforma, includendo le solite schermate del mio account.
    Partiamo prima da un’indicazione della crescita storica, con gli investimenti fatti fino ad ora, ricordando che la piattaforma è nata nell’Ottobre del 2016.

    Total Investment Swaper
    Total Investment Swaper

    Passiamo al mio account, partendo dalla classica Dashboard riepilogativa:

    Dashboard Swaper
    Dashboard Swaper

    Vi ricordo che potete verificare l’andamento del mio account Swaper con tutti gli aggiornamenti mensili su questa pagina dedicata alla piattaforma.
    Oltre agli Income Statement, vi dicevo che la reportistica è completa e facilmente fruibile nella pagina dedicata agli Account Statement:

    Account Statement Swaper
    Account Statement Swaper

    Ed infine la chicca, la schermata di impostazione dell’Autoinvest con le mie impostazioni attuali.
    Certamente impostazioni molto semplici, ma efficaci.

    Autoinvest Swaper
    Autoinvest Swaper

    Per concludere, Swaper attualmente è una delle prime piattaforme scelte sul P2P Lending, affiancando le immancabili Mintos e Grupeer e conquistando il terzo posto facendo a pugni con Peerberry e Fastinvest. Inoltre il Loyalty Bonus del 2% porta gli interessi di questa piattaforma tra i più alti della categoria, affianco a Grupeer e Fastinvest.

    Inoltre con Swaper abbiamo concordato una campagna a tempo, che garantisce a tutti i miei lettori un extra bonus del 2% (come se si avesse il Loyalty Bonus) per i primi 90 giorni di investimento.
    Se sei interessato, affrettati e iscriviti da qua, questa campagna scade il 3 Ottobre 2019.
    Non viene riconosciuto se ti iscrivi direttamente dal loro portale.

    E tu che piattaforme utilizzi? Qual’è la tua preferita?
    Scrivimi nei commenti o sui social.
    E se conosci qualcuno a cui può interessare, condividi.

    Sharing is Caring.
    Emanuele

  • Blog,  FIRE,  Risparmio

    In pensione a 40 anni – FIRE, Financial Independence, Retire Early

    Ciao amici,

    oggi vi voglio proporre un concetto bellissimo che sto abbracciando da qualche tempo.
    Oggi parliamo di FI e di RE, 2 concetti distinti che spesso vanno a braccetto.

    Ma per cosa stanno queste sigle?

    FI sta per Financial Independence, mentre
    RE sta per Retire Early.

    Fire financial independence retire early
    Raggiungi l’indipendenza finanziaria e smetti di lavorare per vivere.

    Insieme fanno FIRE, uno stile di vita, un movimento, che sta crescendo anno dopo anno in tutto il mondo.
    FIRE, Financial Independence, Retire Early, vuol dire in pratica diventare Finanziariamente Indipendenti per ritirarsi (ossia mettersi letteralmente in pensione!) presto.

    Ma presto quanto? (più in basso puoi scaricare un Excel gratuito per simulare fra quanti anni raggiungerai la tua indipendenza finanziaria!)

    Presto, anzi PRESTISSIMO!
    I più bravi e fortunati sono riusciti nell’impresa già a 35 anni, chi addirittura prima, altri ci andranno magari a 50… ma l’importante è arrivarci prima dei 70/75 che ci chiede la Società moderna.

    Sembra fantascienza, ma in realtà è semplice matematica, unita ad una visione.
    Ma facciamo un passetto alla volta, prima un po’ di storia.

    I concetti di base del FIRE Movement nascono nel 1992 dal libro che è considerato un MUST del FI (Financial Independence), che è “Your Money or Your Life”  scritto da Vicki Robin e Joe Dominguez.
    Il libro naturalmente esiste anche in Italiano con il titolo “O la borsa o la vita” e la lettura è caldamente consigliata (se siete interessati i link vi indirizzano alla pagina relativa del libro, dove trovate i vari link per acquistarlo in Italiano e Inglese).
    Passando ad un secondo libro, padre del movimento RE, ossia Retire Early, nel 2010 esce un secondo MUST che è il libro “Early Retirement Extreme” di Jacob Lund Fisker (non c’è in italiano, ma vi linko l’inglese), l’ennesimo Danese illuminato (tra l’altro un fisico teorico, con mia grande stima) che si considera Finanziariamente Indipendente dall’età di 33 anni, dopo 5 anni di risparmi e con uno stile di vita estremamente sobrio e economico.

    Da questi personaggi, autori e libri poi sono nati tonnellate di siti, blog, altri libri… su internet il blog sicuramente più famoso è quello di Mr. Money Mustache, il blogger canadese Peter Adeney, un fu Software Engineer ritiratosi all’età di 30 anni, dopo aver accumulato 25 volte le sue spese annuali, in linea con la regola del 4% che vedremo tra poco. Ritiratosi nel 2005 ha lanciato il blog nel 2011 cavalcando il successo del libro “Early Retirement Extreme” uscito l’anno prima.

    Ma torniamo al metodo pratico. Come si fa?

    Le regole per raggiungere l’Indipendenza Finanziaria sono molto semplici, quasi banali, se vogliamo.

    1. Risparmiare
    2. Investire i risparmi
    3. Ottenere “passive income” crescenti, fino a quando questi non siano sufficienti a coprire le spese

    Naturalmente non è così semplice… risparmiare in una società che ci spinge a comprare sempre di più, a spendere e spandere, per finte necessità, per inadeguatezza o conformismo, è sempre più difficile e prevede una forza di volontà impressionante, soprattutto all’inizio.
    E qui sta il primo punto, alla base del risparmio c’è tagliare tutto il superfluo e iniziare a vivere (di nuovo!) una vita semplice, a basso costo, gratis.
    Non dobbiamo necessariamente vivere una vita di stenti e sacrifici, ma trovare un nuovo stile di vita, dove è possibile vivere con poco ed essere comunque soddisfatti.

    Retirement Plan

    Passando al lato pratico, uno dei parametri che il FIRE propone di monitorare è il “Saving Rate”, che è il valore percentuale di quello che riusciamo a mettere via mensilmente (o annualmente) rispetto al nostro “NET Income“, o stipendio netto.
    La maggior parte dei promotori finanziari suggerisce di risparmiare (e poi investire) almeno il 10/15% ogni mese. Alcuni consulenti finanziari (per me più furbi) suggeriscono di risparmiare almeno il 30%.
    Il FIRE suggerisce di puntare a risparmiare anche il 50% o oltre, se si riesce (qualcuno arriva anche al 70/80%!).
    Questo perché possiamo vedere i nostri risparmi come ANNI che possiamo vivere senza lavorare.

    Facile no? Se io ho messo da parte 50.000€ e ogni anno spendo mediamente 10.000€ io ho in banca 5 anni di vita senza lavoro.
    Oppure possiamo vedere il Saving Rate come anni di lavoro che mi servono per stare un anno senza lavoro.
    In parole povere, se il mio Saving Rate è 50% (50% l’ho “dovuto” spendere per sostenermi e 50% l’ho risparmiato) vuol dire che ogni anno di lavoro mi permette un anno senza lavoro.

    Per riprendere il concetto sviscerato bene da Jacob Lund Fisker nel suo “Early Retirement Extreme“:

    • quando un consulente “tradizionale” ti consiglia di risparmiare il 10%, vuol dire che devi lavorare 9 anni per poterti permettere 1 anno del tuo stile di vita (delle tue spese) senza lavorare
      • Pensa di guadagnare 30.000€ netti all’anno, 27.000€ li spendi tutti gli anni (il 90%)  e 3.000€ invece li risparmi (il 10% di Saving Rate)
      • Risparmiando 3.000€ all’anno ci vogliono 9 anni per accumulare abbastanza per vivere 1 anno senza lavoro, ossia i 27.000€
    • ma se invece risparmi il 75% vuol dire che OGNI ANNO di lavoro ti permette di risparmiare per altri 3 anni senza lavorare
      • Se guadagni 30.000€ netti all’anno e ti bastano 7.500€ all’anno per  vivere (il 25%) risparmi ogni anno 22.500€ (il 75% di Saving Rate)
      • Risparmiando 22.500€ ogni anno, vuol dire che OGNI ANNO hai guadagnato per ALTRI 3 anni senza lavorare (22.500 / 7.500 = 3)

    Questa proporzione è valida con qualunque reddito tu abbia, perché il Saving Rate è percentuale.

    Questi sono i primi concetti base che ci permettono di pianificare già adesso (in modo sicuramente approssimato, ma via via più preciso nel tempo) quando potremo teoricamente metterci in pensione e vivere di rendita.

    Partendo da questo ci sono diverse scuole di pensiero, ma la teoria più classica e accreditata è quella del 4% Safe Withdrawal, che poi va a braccetto con quella dell’accumulare il 25 volte le proprie spese annuali.

    Per capirsi, se il tuo stile di vita prevede una spesa annua di 10.000€, tu potresti essere più o meno al sicuro con un patrimonio di 250.000€, ossia 25 volte il valore.
    Naturalmente questo patrimonio se non investito non durerà tutto il tempo necessario, il patrimonio si svaluterà per l’inflazione perché le tue spese di fatto aumenteranno. Ma se già fosse protetto dall’inflazione (un qualche titolo di stato, conto deposito…) già potrebbe durarti 25 anni.
    Se poi questo fosse investito, se riuscisse a darti un 4% pulito e al netto dell’inflazione, possiamo vedere subito che il 4% di 250.000 equivale a 10.000€, che (rullo di tamburi) equivale alla tua spesa annua… così potresti vivere senza nemmeno toccare il tuo patrimonio.

    Facciamo ora un passo indietro e cerchiamo di capire il funzionamento degli interessi.
    Sono sicuro che tutti voi sappiate bene come funziona l’interesse composto, ma il mio cuore matematico mi impone di mostrarvi un esempio.

    Tieni duro, fra poco potrai scaricare l’excel gratuito che ho utilizzato per fare questi conti e fare la tua simulazione.

    Partiamo da qualche presupposto semplificato (e ipotizzato).

    • Supponiamo di non avere inflazione (oppure che sia stipendio che rendimenti siano al netto dell’inflazione)
    • Hai 30 anni e nel tuo conto corrente hai 10.000€
    • Guadagni mediamente 30.000€ NETTI all’anno (incluso tutto, buoni pasto, tredicesima, quattordicesima, etc.)
    • Ne usi 12.000€ all’anno per vivere (supponiamo 1.000€ al mese, per far conto tondo, un ottimo Saving Rate del 60%!)
    • Riesci ad ottenere un buon 5% NETTO dagli investimenti dei tuoi risparmi

    Fra quanti anni sarai Finanziariamente Indipendente? A quanti anni potrai decidere se lavorare ancora, per passione oppure dedicarti ad altro?

    Ebbene:

    Quando vado in pensione
    Quando vado in pensione

    Fra 10 anni sarai Finanziariamente Indipendente. Avrai accumulato 190.000€, che sono la somma di 10.000 iniziali più 18.000€ all’anno per 10 anni.
    Ma l’interesse composto ti ha portato ad avere un patrimonio di 242.691€ e se riuscirai ad ottenere il 5% netto dai tuoi investimenti, questi interessi saranno 12.134€, ossia superiori ai 12.000€ che ti servono per vivere.
    In 10 anni (se parti da 30 sei arrivato a 40 anni) hai raggiunto l’Indipendenza Finanziaria e i tuoi FU Money (concetto splendido!) necessari a poter decidere cosa fare della tua vita indipendentemente dai soldi.
    Puoi fare il falegname part time, volontariato, andare a pesca, coltivare l’orto, dedicarti ai figli, massacrarti di serie TV su Netflix o diventare il mago più cazzuto di League of Legends. Insomma puoi riappropriarti della cosa più importante che hai, il tuo tempo.

    Scarica gratuitamente questo semplice Simulatore FIRE per calcolare quando potrai diventare Finanziariamente Indipendente

    ADD_THIS_TEXT

    Ma torniamo ai FU Money, cosa sono?

    Questo è un concetto di liberazione assoluto, un mantra!
    Quando hai raggiunto l’Indipendenza Finanziaria, il tuo patrimonio viene anche chiamato amichevolmente FU Money.
    Non hai più bisogno di lavorare per pagare le spese, puoi decidere cosa fare.

    • Il tuo capo ti tratta come uno zerbino: FU capo…
      Il tuo cliente continua a fare pretese insulse: FU cliente…

    L’avrete oramai capito, FU è un acronimo inglese… alla F mancano 3 lettere, vocale, consonante, consonante… la U sta per You…
    La risposta perfetta ad ogni schiavitù economica… puoi decidere cosa fare, non sei più costretto a chinare il capo al tuo capo solo perché devi lavorare per pagare le bollette… non devi più compiacere il cliente rompiballe perché devi finire di pagare il finanziamento della macchina… non ne hai più bisogno e puoi fare quello che vuoi!

    Se hai scaricato anche tu il Simulatore FIRE, fammi sapere in quanti anni potresti ritirarti.
    E diffondi il verbo, la vita è breve e meriterebbe di essere vissuta inseguendo le nostre passioni.

    Ciao,
    Emanuele

  • Blog,  I miei investimenti,  Piattaforme,  Portafoglio

    I miei investimenti – Agosto 2019

    Ciao investitori,

    questo mese mi perdonerete, ma siccome sono via, ho raccolto tutti i dati tra il 29 e il 30 di Agosto.. quindi in leggero anticipo, rispetto alla chiusura mese.
    Eventualmente con il post di fine Settembre farò le correzioni, ma immagino cambierà poco.

    Da questo mese vorrei inoltre proporvi un nuovo taglio del post, un po’ più dettagliato e ricco, sperando di far cosa gradita.

    Partiamo dagli strumenti che ho aumentato e da quelli che ho ridotto.
    Questo mese ho aumentato di 10.000€ il mio portafoglio Moneyfarm, era uno dei miei obiettivi e ho deciso di prenderlo tutto in una volta.
    Arrivando a 15.000€ di investito, le commissioni che andrò a pagare non saranno più dell’1% annuo, bensì dello 0,6% il che mi farà recuperare a spanne 70€ l’anno che altrimenti sarebbero andati a finire nei costi.

    Inoltre, come vi avevo anticipato il mese scorso, ho aumentato le posizioni di Bondster e Kuetzal… sono stati promossi entrambi al club 1.000€, come strumenti mi stanno piacendo.

    Fatto questo ho deciso di ridurre via via i portafogli di Twino, non in linea con le aspettative, e di Bondora sia Pro che Go&Grow.
    Ho sentimenti fortemente discordanti su Bondora, ma preferisco farvi un post a parte, ho diverse cose da scrivervi.

    Partiamo dalla composizione del mio portafoglio.

    Tipologia Investimenti Agosto 2019

    In numeri vuol dire:

    Strumenti Guadagno
    Mensile
    Interesse
    Mensile
    Interesse
    Annuo
    Equivalente
    Investito  Valore
    TOT 36,74 € 0,118 % 1,393 % 30.194,70 € 31.084,08 €
    ETF -110,21 € -0,719 % -8,46 % 15.000 € 15.222,15 €
    P2P Lending 98,02 € 0,946 % 11,14 % 10.014,70 € 10.461,08 €
    CrowdInvesting (CI) 38,91 € 1,244 % 14,65 % 3.000 € 3.166,64 €
    CrowdInvesting (RE) 10,02 € 0,451 % 5,30 % 2.180 € 2.234,21 €

    Da questo si vede come:

    Questo sbilanciamento importante sugli ETF per me vuole essere solo una condizione di passaggio. Avendo la somma necessaria ad aumentare il portafoglio ETF ad uno degli obiettivi che mi ero fissato (i famosi 15.000€), ho deciso di buttare tutto su quello strumento. Ma nei prossimi mesi (liquidità permettendo), vorrei tornare a foraggiare il P2P Lending e il Crowdinvesting a progetto, per aumentarne le rispettive percentuali.

    Attualmente le piattaforme CI, ossia Crowdestor, Envestio e Kuetzal, sono quelle che stanno performando meglio di tutto il portafoglio e sto valutando se aumentare l’investito ed eventualmente aggiungere un paio di piattaforme nuove in prova.

    Per quello che riguarda invece il rendimento delle piattaforme RE è più difficile da monitorare, perché in base al progetto in cui si investe, potremo avere dei pagamenti trimestrali, semestrali, oppure tutti in una volta alla fine del loan. Non avendo pagamenti mensili, sono difficili da comparare con gli altri strumenti, che invece danno la sensazione di performare meglio e constantemente. Detto questo il monitoraggio mensile è sicuramente più noioso e meno soddisfacente… ma vedremo a fine anno.

    Andiamo al riepilogo di tutti e 20 gli strumenti monitorati, come sempre ordinati per interesse mensile decrescente

    Strumenti Guadagno
    Mensile
    Interesse
    Mensile
    Interesse
    Annuo
    Equivalente
    Investito  Valore
    TOT 36,74 € 0,118 % 1,393 % 30.194,70 € 31.084,08 €
    Envestio (CI) 15,18 € 1,444 % 17,01 % 1.000 € 1.066,19 €
    Crowdestor (CI) 14,15 € 1,380 % 16,24 % 1.000 € 1.061,83 €
    Crowdestate (RE) 7,69 € 1,267 % 14,92 % 605 € 614,66 €
    Swaper (P2P) 11,93 € 1,152 % 13,56 % 1.000 € 1.047,71 €
    Grupeer (P2P) 11,36 € 1,084 % 12,76 % 1.004,70 € 1.059,47 €
    Peerberry (P2P) 11,02 € 1,067 % 12,56 % 1.000 € 1.043,85 €
    FastInvest (P2P) 10,50 € 1,008 % 11,87 % 1.000 € 1.052,42 €
    Mintos (P2P) 19,63 € 0,952 % 11,37 % 2.010 € 2.081,79 €
    Kuetzal (CI) 9,28 € 0,902 % 10,62 % 1.000 € 1.038,62 €
    Viainvest (P2P) 8,11 € 0,784 % 9,23 % 1.000 € 1.042,64 €
    Bondster (P2P) 6,69 € 0,660 % 7,77 % 1.000 € 1.020,32 €
    RoboCash (P2P) 6,40 € 0,620 % 7,30 % 1.000 € 1.038,35 €
    Bondora G&G (P2P) 5,97 € 0,564 % 6,76 % – € – €
    Viventor (P2P) 5,15 € 0,499 % 5,87 % 1.000 € 1.037,87 €
    Twino (P2P) 1,26 € 0,233 % 2,79 % – € 32,09 €
    Housers (RE) 1,27 € 0,211 % 2,48 % 575 € 603,85 €
    EstateGuru (RE) 1,06 € 0,206 % 2,43 % 500 € 515,70 €
    Bondora Pro (P2P) – € – % – % – € 4,57 €
    Bulkestate (RE) – € – % – % 500 € 500 €
    Moneyfarm (ETF) -110,21 € -0,719 % -8,46 % 15.000 € 15.222,15 €

    Ricordo inoltre che da qualche mese ho fatto qualche investimento in Equity CrowdFunding sulle piattaforme CrowdFundMe e Seedrs.
    Senza essere ripetitivo (farò post dedicato), se volete provare anche voi Seedrs, potete accedere ad un bonus di 25 Sterline (circa 27,5€) se vi registrate e investite almeno 150 sterline (circa 164€) nei primi 30 giorni… si può investire anche con carta di credito progetto per progetto.

    Tornando al portafoglio sopra, gli strumenti che stanno performando meglio sono sicuramente quelli in Crowdinvesting a progetto (CI), come Crowdestor e Envestio. Kuetzal rimane distaccato perché ho aggiunto fondi di recente, alcuni investimenti non hanno raggiunto la maturità necessaria per staccare interessi e ho ancora una somma disponibile non investita, in attesa di nuovi progetti.

    Envestio dopo un Maggio preoccupante e la carestia di progetti, sembra essersi ripreso del tutto, mentre Crowdestor quest’estate sta facendo faville, rilasciando un quantitativo impressionante di progetti con rendimenti molto interessanti.
    Come vi scrivevo sopra, sono realmente tentato ad aumentare questi 3 strumenti e sto anche valutando l’apertura di qualche piattaforma simile nuova, da provare. Ma vi aggiornerò il mese prossimo.

    Riguardo il P2P Lending, molti spesso mi domandano una lista di piattaforme preferite, migliori.
    La mia risposta è semplice, la prima per me è Mintos, poi segue Grupeer e infine Swaper e Peerberry a pari merito.

    A proposito, Swaper mi da la possibilità di offrirvi un Bonus extra del 2% sugli investimenti fatti per 90 giorni, essendo una piattaforma che rende mediamente il 12%, così arrivereste al 14%.
    Ma attenzione, è un’offerta a tempo e scade il 3 Ottobre, se siete interessati alla piattaforma fateci un pensiero.

    Proseguendo, Fastinvest meriterebbe un posto d’onore se mantenesse la promessa di divulgare qualche informazione in più sui Loan Originators (l’ha promesso entro l’anno). Per me è la migliore piattaforma in Italiano per User Experience.

    Tra l’altro riguardo Mintos ho recentemente pubblicato un post su come ottimizzare la tua strategia di Autoinvest con i Loan Originators che riconoscono anche gli interessi sui prestiti in ritardo!
    Puoi anche scaricare la lista completa in formato Excel. Ho aggiornato la lista il 28/08/2019, aggiungendo il nuovo LO SOS Credit.

    Sempre rimanendo in tema Mintos, sto provando lo strumento Invest&Access, ma penso che lo chiuderò lasciando il tutto in mano al mio AutoInvest, che mi soddisfa di più nella selezione degli Originators e dei Loans. Ma anche qua farò un post a parte (manca solo il tempo, ahimè!).

    Tornando all’elenco strumenti e al portafoglio, nella torta che vi propongo oggi ho tolto Moneyfarm dal totale, per andare a vedere la:

    Composizione degli strumenti P2P Lending e Crowdinvesting

    I miei investimenti Agosto 2019

    Non ho intenzione ad oggi di aumentare posizioni nel Crowdinvesting Real Estate (RE), almeno fino a quando non vedrò nei prossimi mesi i primi progetti chiusi con successo e qualche rendimento reale. Mi piacerebbe però aumentare gli strumenti  Crowdinvesting a progetto (CI), come Envestio e Crowdestor in primis! e qualche piattaforma di P2P Lending… ad esempio Swaper ha un programma Fedeltà che riconosce un 2% aggiuntivo se si investono 5.000€… la piattaforma sta già performando bene… ma quel 2% aggiuntivo mi fa tanta gola… come scrivevo sopra, quel 2% lo possono prendere tutti i nuovi registrati per 90 giorni, se si iscrivono da qua (io non l’ho avuto..).

    Tornando all’ottimizzazione del portafoglio, sto cercando di prelevare tutto da Twino e Bondora.
    Twino per me non era più in linea con le aspettative, offrendo solo Loans lunghissimi o all’8%, con poca liquidità.

    Bondora mi ha veramente stupito come mercato secondario, liquidissimo (anche qui dovrei fare post dedicato!)… il Portafoglio PRO l’ho già abbandonato, anche se ho circa 5€ che sono rimasti li in default in attesa di un possibile recupero crediti, mentre il Go&Grow l’ho svuotato in questi giorni (pagando 1€ verso il Conto Bondora). Sto avendo dei problemi al prelievo sul mio conto corrente, perché non me l’hanno ancora associato, nonostante avessi già fatto 2 bonifici… ho mandato un paio di mail di richiesta, vedremo cosa mi rispondono… vi tengo aggiornati.

    Detto questo ho qualche aspettativa per Settembre… non so se riuscirò ad aumentare ancora l’investito (dopo questa botta) o se dovrò aspettare Ottobre, ma ho delle sensazioni positive.

    Vi ricordo che potete dare un’occhiata alla mia pagina di riepilogo annua dove trovate l’andamento annuo, mese per mese.
    Oppure, se volete vedere qualche strumento in particolare, potete navigare tra gli andamenti e farvi un’idea.

    E per dubbi, consigli o suggerimenti, scrivetemi nei commenti o sui Social.
    Il motto è sempre lo stesso: Sharing is caring!

    Emanuele